Msitting logo
Pubblicato da M'sitting su : 06/02/2020

Come ci è venuta l'idea dell'house sitting?

Museo Ingres-Bourdelle a Montauban
Siamo i fondatori del sito M'sitting, Noëlle e Fernando, una coppia franco-portoghese del centro della Francia, amiamo viaggiare e andare in vacanza regolarmente.
Ecco come iniziare la nostra avventura.
6 anni fa abbiamo fatto un favore ad alcuni amici che vivono a 10 minuti di macchina dal centro di Montauban nel Tarn et Garonne in Francia.
Sono dovuti andare via per motivi familiari senza poter portare con sé oggi il loro cane Toby, un Brittany Spaniel di 9 anni.
Ci hanno chiesto se potevamo venire a casa loro e tenerlo per 5 giorni.
Abbiamo accettato volentieri di aiutarli. Siamo arrivati il giorno prima della loro partenza in modo che potessero darci tutte le istruzioni necessarie per la casa ma soprattutto tutti i dettagli riguardanti le esigenze di Toby.
Brittany Spaniel Dog
Dopo la partenza dei nostri amici, abbiamo colto l'occasione per visitare i dintorni, soprattutto perché era giugno e il tempo era bello.
La città di Montauban, fondata nel XII secolo, è una città ricca di storia.
Ci sono quindi molti monumenti antichi da scoprire.
Il primo giorno abbiamo visitato il museo Ingres-Bourdelle, un museo d'arte e archeologia installato nel vecchio municipio. Questo palazzo episcopale dei vescovi di Montauban fu costruito nel XVII secolo. Poco prima della seconda guerra mondiale un gran numero di opere, tra cui la Gioconda, lasciarono il museo del Louvre per essere nascoste nel museo di Ingres.
Questa visita è stata molto istruttiva, è un luogo bellissimo dove si possono ammirare ritratti e sculture. Si vede che Ingres era davvero molto prolifico. Questo museo merita davvero di essere visitato.
Uscendo dal museo, siamo andati ad ammirare il vecchio ponte situato nelle vicinanze. È Philippe Le Bel che ne ordinò la costruzione nel 1304. Il cantiere fu aperto nel gennaio del 1311 e solo dopo molti malversazioni e scandali finanziari la costruzione fu completata intorno al 1335.
Oggi questo ponte sul Tarn funge da ponte stradale. Fu classificato come monumento storico nel 1911.
In questa bella giornata d'estate, siamo andati a bere un drink sulla terrazza di Place Nationale. Questa piazza è il cuore della città, verso cui convergono tutte le vie del centro storico ed è fin dalle origini di Montauban la Mecca della vita pubblica.
Abbiamo preso la macchina per tornare a casa. Quando siamo arrivati Toby ci ha dato una festa. Dopo i numerosi abbracci, Noëlle gli ha dato la sua razione di crocchette. Nel frattempo sono andato ad annaffiare i fiori in giardino.
Dopo abbiamo bevuto un drink e fatto un barbecue!
Piazza Nazionale di Montauban
Il giorno dopo abbiamo deciso di fare una gita nella natura per portare Toby con noi.
La nostra scelta è stata il villaggio di Penne situato a circa 30 km da Montauban.
Quando siamo arrivati, siamo stati sedotti da questo adorabile villaggio dominato dalle rovine del suo castello.
Classificato come un villaggio affascinante, Penne ha mantenuto la sua autenticità con le sue stradine strette fiancheggiate da case a graticcio, le sue antiche misure di grano, le sue finestre e porte Luigi XIII.
La passeggiata attraverso i pittoreschi vicoli è piuttosto affascinante con le sue belle case autentiche.
Penne è dotata di un ambiente notevole, mentre camminando lungo i sentieri, abbiamo scoperto una fauna e una flora molto diversificata.
La foresta demaniale di Grésigne è il più grande bosco di querce del sud della Francia. Questa vera riserva naturale ha ispirato molti racconti e leggende.
Grazie ai numerosi sentieri escursionistici, Toby ha potuto correre e fare esercizio fisico a suo piacimento.
Abbiamo avuto una grande giornata per tutti e tre.
Abbazia di Saint-Pierre de Moissac
Il terzo giorno, abbiamo voluto approfittare del nostro soggiorno nella regione di Tolosa per degustare un buon cassoulet.
La leggenda narra che durante la Guerra dei Cent'anni, durante l'assedio di Castelnaudary da parte degli inglesi, gli affamati assediati avrebbero raccolto tutto il cibo disponibile (fagioli e carne) per fare un gigantesco stufato per rinvigorire i combattenti. Sono stati poi in grado di cacciare gli inglesi e liberare la città. Questa leggenda fa di Cassoulet un difensore dei valori francesi.
Questo è l'aneddoto raccontatoci dal ristoratore con cui abbiamo pranzato abbondantemente.
Il suo cassoulet è stato eccellente e ha deliziato le nostre papille gustative.
Tornando a casa dei nostri amici, una piccola seduta di sdraio è stata la benvenuta.
Il giorno dopo avevamo programmato di andare a Moissac.
Abbiamo iniziato con una visita all'Abbazia di Saint-Pierre, fondata nel VII secolo.
Il chiostro è uno dei meglio conservati dell'Occidente cristiano. La decorazione degli archi e dei capitelli è uno splendore.
L'Abbazia di Saint-Pierre e il suo chiostro sono stati inseriti nel 1998 dall'UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità con il titolo di Sentieri di Compostela in Francia.
Poiché era solo a circa 3 chilometri di distanza, abbiamo deciso di camminare fino al ponte del canale di Cacor. È lunga 356 metri ed è oggi più utilizzata per il turismo che per il trasporto sulle vie navigabili interne. Siamo rimasti davvero colpiti da questa struttura.
Poi siamo tornati sui nostri passi attraversando di nuovo il ponte di Napoleone sul Tarn, per andare alla piazza del mercato di Récollets. È un edificio all'interno e attorno al quale si tiene il mercato settimanale.
Avevamo scelto proprio questo giorno di visita a Moissac per fare il nostro mercato per preparare il pasto per il ritorno dei nostri amici che sarebbero arrivati il giorno dopo. Potremo banchettare con una varietà di frutta e verdura fresca, prodotti originali, formaggi e prodotti occitani locali.
Dopo questa mattinata impegnativa, torniamo a casa, dove Toby ci aspettava con impazienza. Ci ha celebrato come se fossimo i suoi padroni. Questo dimostra che non ha sofferto della loro assenza.
Frutta e verdura dal mercato occitano
La mattina dopo, i nostri amici erano tornati. Per il pranzo dopo l'aperitivo, abbiamo assaggiato tutti i buoni prodotti acquistati il giorno prima a Moissac. Mangiare sulla terrazza è stato davvero molto piacevole e conviviale.
I nostri amici erano contenti di vedere che il loro cane stava benissimo e non era stato disturbato in alcun modo dalla loro partenza. Rimanendo a casa sua, le sue abitudini non sono cambiate. Non ha provato lo stress che avrebbe potuto avere se l'avessero messo in una pensione per cani.
Siamo stati molto soddisfatti di questa piccola scappatella e tornati alla Nièvre in casa nostra, ci abbiamo pensato e ci è venuta l'idea di fare house sitting. Avevamo sentito parlare di questo concetto, ma senza essere realmente interessati. Ci siamo resi conto che con questo metodo potevamo andare in vacanza più spesso ad un costo inferiore.
In seguito, ci siamo registrati su un sito come house sitter, il che ci ha permesso di fare alcuni viaggi, di cui vi parleremo negli articoli a venire.
Noëlle e Fernando RIBEIRO
icone-twitterTweeter
haut de page